Carrello
Prodotti
Home | Area Clienti | Carrello | Chi Siamo | Contatti | Procedure per Acquisto | Guadagni Storici | Perche' Investire in Oro Fisico |


 
 
Nazione
 
Metallo

Altri Prodotti
tel. 0925 570474

Info su Oro fisico

Perche' investire in Oro
Guadagni storici in Oro
Esenzione iva e fiscalita Oro




Vendita online


Vendita con ritiro in sede

















 

Esenzione iva su oro finanziario



La Rivoluzione nel settore dell'Oro finanziario in Italia e' di notevole importanza, ma i mass media non hanno dato il risalto dovuto.

Dal Febbraio 2000, è stato abolito il monopolio di Stato sull’Oro, che ha permesso finalmente anche ai risparmiatori privati di acquistare monete e lingotti di Oro puro in regime di esenzione IVA.


I Lingotti che noi vendiamo sono tutti importati dalla Svizzera disponibili in più modelli da 1, 2,5, 5, 10, 20, 50, 100, 250, 500, 1000 grammi. I prodotti in Oro da Investimento sono offerti anche in confezione regalo, un’idea nuova ed intelligente anche per ogni ricorrenza.



ORO TRATTAMENTO FISCALE



IMPOSTE DIRETTE

La vendita di Oro da parte di persona fisica può comportare il conseguimento di un reddito imponibile laddove si verifichi una plusvalenza (“capital gain”) in base alla lettera c-ter, articolo 67, Tuir. Le plusvalenze in questione sono costituite dalla differenza tra il corrispettivo percepito all’atto della vendita ed il costo o il valore di acquisto dell’oro ceduto. Per le cessioni di metalli preziosi, in mancanza della documentazione del costo di acquisto, le plusvalenze sono determinate in misura pari al 25% del corrispettivo della cessione (articolo 68, comma 7, lettera d del Tuir). Al momento della redazione delle presenti note, sulla plusvalenza eventualmente realizzata è dovuta una imposta sostitutiva in misura pari al 26,00% (ventisei percento), che si liquida nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui viene incassato il corrispettivo. Un semplice esempio, di seguito riportato, permette di meglio comprendere la fiscalità delle plusvalenze generate da oro fisico da investimento.


Criterio generale Tassazione

 

A)Costo di acquisto documentato € 35.000
B)Corrispettivo da cessione € 50.000
C)Plusvalenza tassabile (differenza tra acquisto e vendita ) = € 15.000

Imposta dovuta 26% = € 3.900


Criterio in assenza di documentazione del costo di acquisto



A)Costo di acquisto documentato n.d.
B) Corrispettivo da cessione € 50.000
C) Plusvalenza tassabile 25%  € 12.500 

Imposta dovuta 26% = € 3.250

Il predetto trattamento fiscale si riferisce ai soggetti residenti in Italia non in regime di impresa (“investitori privati”). In ordine alla determinazione della plusvalenza, si ricorda inoltre che, ai sensi del comma 1-bis del richiamato art. 67 TUIR, agli effetti dell’applicazione delle lettere c), c-bis) e c-ter) del comma 1, si considerano cedute per prime le partecipazioni, i titoli, gli strumenti finanziari, i contratti, i certificati e diritti, nonché le valute ed i metalli preziosi acquisiti in data più recente (last in first out, LIFO) ; in caso di chiusura o di cessione dei rapporti di cui alla lettera c-quater) si considerano chiusi o ceduti per primi i rapporti sottoscritti od acquisiti in data più recente.


ORO TRATTAMENTO FISCALE



IMPOSTE INDIRETTE

Imposta sul valore aggiunto (IVA) Ai sensi dell’art. 10, comma 1, n. 11, del D. P.R. 633/1972, così come novellato dalla Legge 7/2000, le cessioni di oro da investimento sono esenti da imposta sul valore aggiunto. Per oro da investimento, si intende: • L’oro in forma di lingotti o placchette di peso accettato dal mercato dell’oro, ma comunque superiore ad 1 grammo, di purezza pari o superiore a 995 millesimi, rappresentato o meno da titoli. • Le monete d’oro di purezza pari o superiore a 900 millesimi, coniate dopo il 1800, che hanno o hanno avuto corso legale nel Paese di origine, normalmente vendute a un prezzo che non supera dell’80 per cento il valore sul mercato libero dell’oro in esse contenuto, incluse nell’elenco predisposto dalla Commissione delle Comunità europee ed annualmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee, serie C, nonchè le monete aventi le medesime caratteristiche, anche se non ricomprese nel suddetto elenco; con decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica sono stabilite le modalità di trasmissione alla Commissione delle Comunità europee delle informazioni in merito alle monete negoziate nello Stato italiano che soddisfano i suddetti criteri. (Legge 7/2000).




 Leonardo Campo srl Unipersonale Cap.Soc. interamente versato Euro  120 000,00 P.Iva 02174910840
Privacy

tel. 0925 570474
WebSite powered by New Sys